Aumenta le difese immunitarie con l’alimentazione

E’ possibile aumentare le difese immunitarie con l’alimentazione?

La risposta è sicuramente si.

In questi giorni di preoccupazione a livello nazionale è importante:

  1. seguire le direttive del Governo del Ministero della Salute
  2. aiutare il nostro fisico a reagire ad un eventuale contatto con un virus (sia influenzale, che gastro intestinale che il il nuovo COVID-19)

Aiutare il nostro corpo a reagire ad un eventuale contatto con il virus

Di seguito alcuni parametri fisiologici e metabolici che ci aiutano a migliorare il nostro stato di salute:

  1. Genetica;
  2. Microbiota (quei batteri e microorganismi che vivono in simbiosi con noi);
  3. Ambiente e abitudini.

Aumenta le difese immunitarie con l’alimentazione

Predisposizioni genetiche coinvolte nelle infezioni da virus

Alcune predisposizioni genetiche giocano un ruolo chiave nella gestione di un’eventuale infezione virale.

Esistono, infatti, delle mutazioni legate alla nostra risposta infiammatoria e anche alla predisposizione a manifestare sintomi, più o meno grave, in seguito ad infezione.

Inoltre, esistono mutazioni genetiche che ci predispongono alla carenza di alcuni micronutrienti indispensabili per la corretta funzionalità del sistema immunitario.

Un esempio potrebbe essere una carenza congenita di zinco oppure di magnesio, selenio o vitamina C o D.

Conoscere queste nostre carenze congenite ci aiuta a capire anche il livello di integrazione che richiede il nostro organismo.

I batteri intestinali nel processo di infezione virale

I batteri intestinali possono avere due azioni nei confronti dei batteri patogeni: sinergica o protettiva 

  • Azione sinergica: I batteri aiutano i virus patogeni ad infettare l’organismo umano attraverso svariati meccanismi molecolari. Questo avviene in caso di Disbiosi del microbiota intestinale, cioè quando non c’è più un equilibrio delle cellule batteriche che vivono nell’intestino, provocando disequilibri e infiammazioni. Puoi controllare la tua situazione intestinale attraverso l’analisi del microbiota.
  • Azione protettiva e antagonista: Il benessere intestinale e della mucosa intestinale dipendono anche dai batteri che vivono in simbiosi con noi. Esistono infatti dei batteri benefici e protettivi che aiutano a mantenere integra la barriera intestinale del nostro intestino e quindi  a diminuire il rischio di contrarre un’infezione da microorganismi patogeni.

Ambiente, alimentazione e stile di vita possono contribuire alla risposta delle nostre difese immunitarie

Le nostre abitudini e alimentazione modulano il nostro sistema immunitario in svariati modi.

In primo luogo lo stress ossidativo (verificabile sia a livello ematico che genetico) è in grado di determinare la modulazione di una risposta di tipo “umorale” o “cellulo mediata”.

Un corretto livello di stress ossidativo, di radicali liberi e sistemi antiossidanti (es. glutatione o polifenoli) sono in grado di aiutarci, promuovendo la corretta risposta immunitaria.

Aumentiamo allora le nostre difese immunitarie con l’alimentazione

Ecco alcuni consigli semplici da seguire:

  1. Mangiare frutta ricca di vitamine
  2. Variare il più possibile l’alimentazione
  3. Mangiare a sufficienza
  4. Provare qualche alimento fermentato per migliorare il benessere intestinale
  5. Utilizzare più alimenti ricchi di quei nutrienti che ci mancano – controlla le tue carenze
  6. Utilizzare integratori adeguati al tuo stato di salute e chiedi aiuto ad un esperto per scegliere quelli giusti!

Per avere più informazioni o prenotare una visita clicca qui

Aumenta le difese immunitarie con l’alimentazione
COVID-19 ECCO COME SAPERNE DI PIÙ DAVVERO
macchie chiare della pelle
hifu centrochirurgicofiorentino